Autunno. Fine o inizio?

Ho sempre pensato all’autunno come un periodo di fine.

Fine di un’estate che nessuno ci darà più indietro, fatta di ricordi e sensazioni ormai passate. Di qualche rimpianto e di qualche rimorso.

Perchè si, siamo esseri umani e, rimorsi e rimpianti fanno parte della nostra natura.

Spesso mi fermo a pensare e torno indietro negli anni, quelli spensierati e scolastici, quando l’estate iniziava con la fine della scuola e sembrava infinita: tre mesi di svago e gioco con gli amici, al parchetto vicino a casa, in spiaggia o a perdere tempo in piazzetta tra i primi giri in motorino e le prime cotte… passano gli anni ma, non so come spiegare, le sensazioni rimangono le stesse.

Ritrovati nel periodo di Giugno si ha come la felicità per l’estate che sta arrivando anche se, la pausa scolastica ha lasciato spazio alle responsabilità ed alle bollette.

Come ogni anno, inesorabilmente poi, l’estate vola, finisce. Sembra durare due, tre settimane ed infine, arriva l’autunno.

Maledetto.

Sembra messo li a mettere fine alle serate con gli amici, alle maniche corte, ai giri in moto e gli aperitivi per fare spazio poi a cosa??? Alle foglie secche? Al vento? Alla pioggia?

Non mi è mai sembrato un buon compromesso… fino ad oggi.

Si, perché da quando sono diventato papà, le cose sono cambiate e, l’autunno, ha preso una nuova forma. Adesso ha la forma del tempo che passa e di quanto sia importante non sprecarlo. Ha la forma delle emozioni che ci riempiono gli occhi nel vedere un paesaggio autunnale, freddo nell’anima e caldo nelle vesti.

L’autunno è un po’ come se segnasse una tacca sul tronco, il tempo scorre e tu, tu ne sei padrone.

Forse abbiamo la sensazione di non poterlo controllare ma ne abbiamo il pieno controllo. Potessimo controllarlo facendolo andare avanti o indietro o addirittura fermandolo perderebbe la sua magia.

A noi ci è dato il più ampio controllo: passarlo con chi ci fà più piacere e poterne conservare il ricordo.

Credo davvero questo sia il massimo dalla vita: sapere che finirà e noi, siamo qui, con chi vogliamo, adesso.